BEATRICE BLASKOVIC È LA NUOVA VOCE DEL CONCORSO CANORO NAZIONALE PERCOTO CANTA

PERCOTO CANTA

BEATRICE BLASKOVIC È LA NUOVA VOCE DEL CONCORSO CANORO NAZIONALE PERCOTO CANTA

LA CANTANTE TRIESTNA HA CONQUISTATO IL PREMIO PER LA CATEGORIA SENIOR E QUELLO ASSEGNATO DALLA GIURIA DI QUALITÁ COMPOSTA DA TINKARA KOVAČ, PAOLA FOLLI, GIÒ DI TONNO E OMAR PEDRINI

PER LA CATEGORIA CANTAUTORI ECCO MARCO SICILIA, A CUI È ANDATO ANCHE IL PREMIO DELLA GIURIA POPOLARE. PER I JUNIOR SUCCESSO DI REBECCA PIOVAN MENTRE LA SALA STAMPA INCORONA ELISA CARACCIO

SFIDA VINTA PER IL CONCORSO PERCOTO CANTA, CHE VEDEVA LA FINALE SVOLGERSI PER LA PRIMA VOLTA AL TEATRO NUOVO GIOVANNI DA UDINE, GREMITO DI PUBBLICO

Beatrice Blaskovic trionfa al 32° concorso Percoto Canta

PERCOTO CANTA - 32° EDIZIONE

LA FINALISSIMA

Grande successo e sfida decisamente vinta per il concorso canoro nazionale Percoto Canta, che ha visto svolgersi lo scorso sabato, per la prima volta al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, la finalissima della sua 32° edizione, davanti a quasi mille persone, molte delle quali giunte a Udine da fuori regione. Una splendida serata e una gara di altissimo livello, che ha visto alternarsi sul palco 16 concorrenti divisi nelle categorie Junior, Senior e Cantautori/Brani Inediti. A trionfare è stata Beatrice Blaskovic, 16 anni di Trieste, che si è imposta nella categoria senior e che ha ottenuto anche il premio speciale assegnato dalla giuria di qualità, divenendo così la voce campione della 32° edizione del concorso. Sul palco Blaskovic ha interpretato in maniera eccellente la canzone “Jealous” di Labrinth, esibizione che ha conquistato la giuria composta da dall’artista internazionale, musicista, cantante e flautista Tinkara Kovač, dalla cantante e vocal coach Paola Folli, dal cantautore, attore e volto televisivo Giò Di Tonno e dall’icona del rock italiano, front man e leader dei mitici Timoria, Omar Pedrini.

Per la categoria Junior ad imporsi è stata invece Rebecca Piovan, 14 anni di Cordovado (Pn), con la canzone “Forte nell’anima”, mentre per la categoria Cantautori/Brani Inediti a convincere la giuria di qualità è stato Marco Sicilia, 28 anni di origine calabrese ma cresciuto a Pulheim, (Germaina), con la canzone “Quale incantesimo”. Doppia soddisfazione per Marco Sicilia, a cui è andato anche il premio della giuria popolare “Don Lauro Minin”, mentre il premio della critica, assegnato dalla giuria composta dai giornalisti, è andato a Elisa Caraccio, 38 anni di Codroipo, che ha presentato per la categoria Cantautori/Brani inediti la sua canzone “Mai mai mai”. Ad alternarsi durante la serata, sul palco con i concorrenti, sono saliti anche i membri della giuria, che si sono esibiti per l’appaluso sentito del pubblico del Giovanni da Udine. Tutte le esibizioni hanno visto l’accompagnamento dell’orchestra diretta dal M° Nevio Lestuzzi, arricchita dalla sezione archi de I Filarmonici Friulani e la sezione fiati del gruppo Italian Brass, fattore che ha elevato una volta di più il livello artistico del concorso. Durante la serata, impeccabilmente condotta dalla giornalista Giorgia Bortolossi, per la regia di Luca Ferri di Anathema Teatro, a presentare singolarmente i concorrenti sono stati alcuni padrini e madrine d’eccezione, tra cui Silvio Fauner, Dario Zampa, Alberto Felice De Toni, Catine, la squadra di calcio femminile del Tavagnacco, Adriano Luci, Sebastiano Zorza, Mattia De Sabbata e Serena Dean, Matilde Ceron, Bruno Bergamasco, Sonia Malisani e Monica Bertarelli.

Dopo 31 edizioni, la finale di Percoto Canta è approdata quindi al Teatro Nuovo Giovanni da Udine, un deciso salto di qualità per il concorso nato nel 1988 da un gruppo di amici e che negli anni ha valorizzato centinaia di talenti. Il viaggio di Percoto Canta prosegue ora forte di questo nuovo traguardo, guardando già all’edizione 2020, continuando sempre a lavorare per diffondere la cultura del buon canto e della musica.